Pagine

lunedì 20 febbraio 2017

ANTICIPO DI PRIMAVERA E CARNEVALE, A CHIOGGIA E SOTTOMARINA LA FOLLA DELLE GRANDI OCCASIONI


Un vero e proprio anticipo di primavera. La domenica di bel tempo ha riversato a Chioggia e Sottomarina la folla delle grandi occasioni: in molti hanno preferito prendere una boccata d'aria buona in diga, o passeggiare in riva al mare magari assieme ai propri cani. Tanti turisti anche in centro storico, invogliati dalla gastronomia dei locali oltre che dagli eventi del carnevale dei piccoli. I parcheggi pubblici e privati sono stati presi d'assalto: all'isola dell'Unione era difficile trovare un posto libero. La viabilità sotto stress è l'altro lato di una medaglia positiva, che lascia ben sperare gli operatori verso la bella stagione e l'inizio dell'attività turistica sul litorale: a patto di risolvere i problemi infrastrutturali e di facilitare l'arrivo e il deflusso ordinato delle persone. Il tempo per agire c'è ancora tutto.

domenica 19 febbraio 2017

IL CONSORZIO LIDI DI CHIOGGIA PROMUOVE LA GASTRONOMIA DELLA CITTÀ NELLE DOLOMITI


Giornata di promozione in montagna per il consorzio Lidi di Chioggia al passo San Pellegrino. Sotto il sole delle Dolomiti i cuochi della istituto alberghiero Cestari-Righi presentano le degustazioni del risotto alle vongole veraci guarnito con il radicchio

OGGI AL CINEMA DON BOSCO: “BALLERINA” (ORE 15 E 17.30) E “LION” (ORE 21)


Doppio appuntamento con il cinema oggi al Teatro salesiano Don Bosco. La domenica pomeriggio è come sempre appannaggio dei più piccoli: alle ore 15 e alle ore 17.30 sarà proiettato il film d'animazione “Ballerina”, storia di una ragazza che sogna di diventare étoile all'Opera di Parigi. Le voci italiane sono di Sabrina Ferilli, Eleonora Abbagnato e Federico Russo, la canzone del film è interpretata da Francesca Michielin. “Ballerina” sarà proiettato anche il prossimo weekend.
Questa sera invece, dalle ore 21, sugli schermi del Don Bosco andrà in scena “Lion”, commovente pellicola con Nicole Kidman che racconta l'incredibile storia vera di Saroo, un bambino di Madras in India che a 5 anni finisce sul treno sbagliato e si perde a Calcutta. Ritrovato dalle autorità, non riesce a spiegare il suo luogo di provenienza, e ha soltanto in mente l'immagine della stazione dalla quale era partito. Viene quindi adottato da una coppia australiana. Molti anni dopo, ormai adulto, decide utilizzando Google Earth, di analizzare una per una tutte le stazioni ferroviarie dell'India finché non riesce a trovare quella giusta. “Lion” sarà proiettato al cinema salesiano anche mercoledì 22 febbraio, sempre alle ore 21.

mercoledì 15 febbraio 2017

A SOTTOMARINA IL CAMPIONATO PROVINCIALE DEGLI ACCONCIATORI


L'associazione Artigiani-Confartigianato promuove a Sottomarina il campionato provinciale di acconciature ed estetica. L'appuntamento è per domenica 12 marzo, dalle ore 9, all'hotel Sole in viale Mediterraneo. L'organizzazione è affidata a un tecnico del settore, Luca Orsuti, direttore del gruppo Art Academy; i partecipanti si possono mettere a confronto iscrivendosi a una o più gare su tagli maschili e femminili, asciugature anche su bambini, acconciature artistiche e da sposa, trucco artistico. Le testine o le modelle dovranno essere procurate dai partecipanti stessi. Per informazioni, contattare l'associazione Artigiani al numero 041 55 44 184, all'attenzione di Orietta Boscolo, mentre il regolamento e gli orari di inizio delle singole gare sono esposti alla pagina fb Gruppo Artistico Art Academy. L'iniziativa è aperta al pubblico.

lunedì 13 febbraio 2017

AL CARNEVALE DI CONCHE ANCHE IL CARRO DEI BIMBI DI VALLI SULL'EDUCAZIONE STRADALE

Ieri al Carnevale di Conche c'è stato anche il debutto del carro dei bambini di Valli. Anche quest'anno i papà hanno lavorato 5 mesi per realizzare il carro allegorico professionale che sfilerà ai migliori carnevali della provincia di Padova e Venezia, mentre le mamme hanno invece preparato i costumi dei figuranti. Dopo il carro dei Minions dell'anno scorso, che ha ottenuto grande successo, quest'anno il tema è l'educazione stradale. Tutti i figuranti sono vestiti da poliziotti, carabinieri e cartelli stradali. Dopo che la pioggia ha fermato il Carnevale di Valli della settimana scorsa, finalmente il tempo è stato clemente e il Carnevale di Conche è stato un assoluto successo. Ben ottanta i figuranti del carro di Valli con i bambini dell'asilo della frazione che partecipano attivamente alle coreografie e ai balletti. Domenica il carro sarà a Camponogara, mentre il recupero del Carnevale di Valli è previsto per il 26 febbraio. Il giorno prima, 25 febbraio, invece la comitiva sarà trasferta a Marghera, e numerose date sono previste anche a marzo e aprile. La realizzazione del carro è stata possibile grazie all'aiuto di numerose attività economiche della frazione. Come al solito, l'associazione Amici della Fattoria -una volta terminate le sfilate- aiuterà con un contributo economico l'asilo della frazione di Valli.

venerdì 10 febbraio 2017

LE STELLE DELLA DANZA DOMENICA POMERIGGIO IN AUDITORIUM A CHIOGGIA


Domenica 12 febbraio dalle ore 17, all’auditorium San Nicolò di Chioggia, l’étoile internazionale e prima ballerina del Teatro alla Scala Sabrina Brazzo e Andrea Volpintesta, primo ballerino internazionale, danzano con la loro giovane e talentuosa compagnia Jas Art Ballet. Questo appuntamento regalerà al pubblico di tutte le età un’indimenticabile serata di grande danza. Il programma prevede due atti, che non mancheranno di soddisfare gli spettatori più esigenti. Il sipario si apre con il galà Opera Danza Festival, titolo scelto dai due artisti attenti sì alla danza e alle sue nuove leve, ma anche ad altre forme d’arte teatrali quali l’opera lirica e la musica. L’incontro tra queste espressioni artistiche dà vita ad una sinergia unica e affascinante, che riesce a valorizzare ancor più il mondo della danza sia agli occhi più esperti che a quelli di un pubblico più giovane e profano. In scena brani e coreografie del repertorio classico di balletto e opera si alternano a nuove creazioni in stile neoclassico e contemporaneo, che danno spazio all’emergere di giovani coreografi. Proprio ad un giovane coreografo è dedicata la seconda parte dello spettacolo, in cui viene presentata in anteprima una suite della nuova creazione e produzione della Jas Art Ballet: si tratta dello Swan Lake (Lago dei Cigni) coreografato in una chiave rivisitata e molto attuale dal giovane coreografo e ballerino Giorgio Azzone.

POTERE ALLA PAROLA: FEDERICO BUFFA INCANTA IL TEATRO DON BOSCO CON LE OLIMPIADI DEL FÜHRER


Nel 2016 furono gli Oblivion a incantare il pubblico del Don Bosco con una raffica di canzoni mescolate, giochi di parole e battute satiriche. Ieri sera, in tutt'altra forma, il giornalista, telecronista e storyteller Federico Buffa ha lasciato di pietra la platea e la galleria del teatro salesiano raccontando alla sua maniera le Olimpiadi del 1936 a Berlino. Lo spettacolo, organizzato da Arteven nel quadro della stagione "Acque altre", si è protratto fino a dopo le 23, causando lievi insofferenze a chi si aspettava la solita routine comica e leggera, ma esaltando coloro che conoscevano il progetto: una decina di quadri storici realmente accaduti e solo un poco favoleggiati, con l'intervallo di un eccellente pianista e di una dotata vocalist a percorrere il repertorio del tempo (da Lili Marlene alle canzoni francesi), come a Chioggia si era avuto modo di vedere attraverso le pièce de Les Très Bien. Su tutto e su tutti lui, Federico Buffa, voce a mitraglia e memoria sovrumana, capace di appassionare con la storia di Jesse Owens e quella misconosciuta del maratoneta coreano Sohn, arruolato dagli occupanti giapponesi e risarcito cinquant'anni dopo portando la fiamma olimpica a Seoul. Ma anche le ore decisive per salvare Parigi nel 1944, il rapporto tra i grandi allenatori Vittorio Pozzo e Hugo Meisl, la mostruosa regia di Leni Riefenstahl nel film Olympia che ha celebrato i Giochi come voleva Hitler, dalla prospettiva delle piccole storie di chi era testimone degli eventi. Due ore di grandissima narrazione, di conoscenza, di amore per la parola: è per serate come questa che si torna sempre volentieri a teatro.