Pagine

sabato 20 dicembre 2014

A CHIOGGIA SBARCA IL PACEMAKER " CON IL CALZINO"

A Chioggia sbarca il pacemaker “con il calzino” Primi nel Triveneto a contrastare le infezioni con una tecnica americana Ieri il primo paziente: un chioggiotto settantenne. Era in lista per l’impianto di un pacemaker ed ha potuto usufruire del nuovo dispositivo, ideato per escludere l’insorgenza di eventuali infezioni che possono insorgere in interventi di questo tipo, in persone ritenute a rischio (per età o malattie in essere). Una novità assoluta in Triveneto, applicata per la prima volta a Chioggia, che arriva direttamente dagli Stati Uniti: il pacemaker “con il calzino” è un pacemaker inserito in una speciale busta di antibiotici che, una volta posizionata sotto cute, li sprigiona lentamente allontanando l’incubo delle infezioni. “In Italia si utilizzano 90mila dispositivi impiantabili per elettrofisiologia, cioè pacemaker e defibrillatori – spiega il primario di Cardiologia di Chioggia Roberto Valle - nel territorio di Chioggia il numero di impianti oscilla fra i 150 e i 180 l’anno. In media in Italia si presentano infezioni correlate all’impianto nel 3% dei casi, negli USA nel 5,8%, a Chioggia nel 1,8%”. “Il paziente – continua il cardiologico Gabriele Boscolo - sviluppa una infezione che può essere molto pericolosa e in percentuali prossime al 50% dei casi può portare a morte. Infatti al dispositivo sono connessi gli elettrocateteri che arrivano direttamente al cuore. Il dispositivo e questi fili speciali (è ovvio) non sono vascolarizzati e costituiscono il tallone d’Achille del sistema. Sono infatti detersi dalla corrente ematica e solo poche cellule immunitarie riescono ad aderirvi. La probabilità che si verifichi un’infezione dipende dall’asepsi chirurgica, dalla perizia dell’operatore ma soprattutto dalle condizioni cliniche del paziente, ad esempio per la presenza di diabete, piaghe cutanee e immunodepressione. I microbi che causano il problema infettivo infatti sono microbi presenti nel paziente stesso che tramite la circolazione sanguigna o tramite la breccia cutanea arrivano in sede di impianto e determinano lo sviluppo dell’infezione”. “Nella Cardiologia di Chioggia - evidenzia il direttore generale dell’Ulss 14 Giuseppe Dal Ben - è in atto un protocollo di difesa del paziente dalle infezioni che coinvolge il team infermieristico di sala e gli operatori medici, con controlli seriati anche dopo la dimissione dal reparto. Anche se il tasso di infezione è più basso della media nazionale abbiamo accolto di buon grado questa novità scientifica, disponibile da pochi giorni in Italia”.

mercoledì 17 dicembre 2014

VENERDI' 19 DICEMBRE - MAGICAL MYSTERI ORCHESTRA ALL'AUDITORIUM SAN NICOLO'


Venerdì 19 dicembre, dalle ore 21.15 all'auditorium di calle S.Nicolò in Chioggia, si esibirà la Magical Mystery orchestra, complesso pop mestrino che tributa i Beatles accompagnandosi a un'orchestra d'archi, a una sezione di fiati e all'attore Giorgio Bertan. Nel repertorio anche brani che i Fab Four di Liverpool non hanno mai eseguito dal vivo. I membri della band sono Massimo Bellio (voce, tastiere, armonica), Roberto Cecchetti (voce, chitarra, sitar), Eddy De Fanti (voce, congas, chitarra, fisarmonica), Andrea Ghion (basso), Matteo Ramuscello (batteria), Luisa Bassetto (violino), Francesca Balestri (violino), Alessandra Zago (viola), Valentina Rinaldo (violoncello), Franco Busetto (tromba), Lorenzo Meneghetti (corno), Giovanni Carati (trombone). I biglietti costano 15 euro (12 la riduzione, ulteriori sconti per i sottoscrittori della Carta Cultura del Comune di Chioggia) e si possono acquistare online su geticket.it oppure nei punti vendita HelloVenezia, altrimenti alla biglietteria dell'auditorium il giorno dello spettacolo. Per ulteriori informazioni: 348 540 32 77.

martedì 16 dicembre 2014

CONCERTO DI NATALE DELL'ORCHESTRA SINFONICA E CORO ALLA CATTEDRALE

CONCERTO DI NATALE DELL’ORCHESTRA SINFONICA E CORO CATTEDRALE DI CHIOGGIA “TULLIO SERAFIN” L’atteso appuntamento con la grande musica giunge quest’anno alla 20^ edizione Si svolgerà martedì 23 dicembre, presso la Cattedrale di S. Maria Assunta di Chioggia, il tradizionale “Concerto di Natale” dell’Orchestra Sinfonica e Coro “Tullio Serafin” diretti dal M° Renzo Banzato; l’appuntamento, che giunge quest’anno al significativo traguardo della 20^ edizione, si inserisce all’interno delle iniziative natalizie programmate dall’Amministrazione La serata, che sarà presentata dal musicologo Prof. Paolo Padoan, si aprirà con le maestose note del “Te Deum” in Do maggiore per coro organo e orchestra di F. J. Haydn, composto fra il 1799 e il 1800 per l’Imperatrice Maria Teresa d’Austria. Dopo il monumentale lavoro del musicista viennese, il programma prevede alcune composizioni sacre nelle quali i maggiori autori del passato hanno mirabilmente espresso il sentimento della fede attraverso la musica: da Mozart (del quale sarà proposto un estratto da “Veperare solennes de confessore”) a Rossini (presente con l’aria per basso “Pro peccatis” dallo Stabat Mater), da Franck (di cui sarà eseguito il toccante Panis Angelicus) a Bach e alla sua produzione corale. La seconda parte della serata sarà dedicata ad alcune celebri composizioni per soli, coro e orchestra specificatamente legate alla Natività e ad alcune pagine tratte da “The Messiah” di Händel: l’inserimento del capolavoro händeliano, che raggiungerà il culmine con l’esecuzione del maestoso “Hallelujah”, contribuirà a concludere il concerto in un “crescendo” sempre più gioioso e La serata prevede la presenza, accanto all’Orchestra Sinfonica e Coro “T. Serafin”, di due solisti di particolare rilievo, il basso Luca Gallo e il soprano Miranda Bovolenta, per un totale di ben cento esecutori: il tutto sotto la puntuale direzione del M° Renzo Banzato, docente di conservatorio, compositore, pianista, direttore d’orchestra e fondatore dei due complessi musicali. Indubbiamente un programma di grande fascino e notevole suggestione, che sicuramente non deluderà le aspettative del numerosissimo pubblico che ogni anno attende con entusiasmo questo La serata, che gode del Patrocinio della Regione Veneto, è realizzata dalla Città di Chioggia, in collaborazione con la Pro Loco di Chioggia e si avvale del sostegno di alcune realtà produttive del L’orario d’inizio è fissato alle ore 21.00; l’ingresso è libero.

lunedì 15 dicembre 2014

DOMENICA 21 DICEMBRE, MERCATO SETTIMANALE DEDICATO ALLO SHOPPING NATALIZIO

Domenica 21 Dicembre, mercato settimanale dedicato allo shopping natalizio. In accordo con le associazioni di categoria è stata stabilita un’unica data di recupero a ridosso delle festività natalizie, per i giorni di Natale e Capodanno, che ricadono il giovedì, in cui il mercato verrà sospeso. “La crisi e il crollo dei consumi sta mettendo seriamente alla prova tutte le imprese e gli esercizi commerciali locali, veneti e nazionali – spiega il vicesindaco e assessore alle Attività produttive, Maurizio Salvagno - Stiamo cercando di mettere in campo e favorire tutte quelle azioni che possano incentivare ed aiutare il commercio, in un periodo tradizionalmente favorevole ai consumi come le festività natalizie. Abbiamo trovato un accordo con gli ambulanti, trovando una data per il recupero e anticipandola a domenica 21 dicembre, a ridosso delle festività per incentivare gli acquisti pre natalizi” Il mercato di recupero di domenica 21 dicembre si svolgerà con le usuali modalità. Dopo la pausa “natalizia” riprenderà come da calendario giovedì 8 gennaio 2015. museo civico

mercoledì 10 dicembre 2014

INDIPENDENZA VENETA GIOVEDI' 11 DICEMBRE h 20.45 HOTEL BRISTOL

ndipendenza Veneta è un Movimento politico, nato nel maggio del 2012, trasversale allo scenario dei partiti tradizionali. Indipendenza Veneta ha come unico obiettivo politico il raggiungimento dell’indipendenza del Popolo e del territorio veneto per via istituzionale, democratica e pacifica, in esercizio del diritto pre-costituzionale di autodeterminazione previsto dalla carta dell’ONU. Tale diritto non è in contrasto con la Costituzione ma, semmai, ne è la corretta attuazione alla luce del contenuto dell’art. 10 della Carta costituzionale italiana. Attualmente, Indipendenza Veneta conta una presenza capillare su tutto il territorio veneto, con migliaia di iscritti, attivisti e simpatizzanti. Ogni giorno I.V. tiene incontri pubblici sui temi di attualità economica e fiscale e sul progetto di Indipendenza realizzabile con l’applicazione della legge regionale 16/2014 scritta e voluta dal nostro movimento e purtroppo poco conosciuta. Appena il Veneto diventa indipendente, secondo gli studi di Unioncamere del Veneto, già il primo anno avrebbe una esplosione del PIL nella misura del 12,2%. L’indipendenza è una cosa seria, un obiettivo possibile, una opportunità a portata di mano se viene fatta adeguata informazione e comunicazione sul progetto. Il Movimento è organizzato in modo da favorire la democrazia diretta e la partecipazione più ampia dei cittadini alle scelte che li riguardano. All’incontro di Sottomarina di giovedì 11 dicembre ore 20.45 presso l’hotel Bristol saranno presenti, oltre ai fondatori dott. Michele Favero ( economia e fisco ) e avv. Alessio Morosin ( diritto di autodeterminazione e legge 16 ) anche il prof. Antonio Scipioni ( turismo ) e il prof. Andrea Favaro ( filosofia e diritto ). La tirannia fiscale e la burocrazia italiane stanno depredando le nostre fatiche e distruggendo il nostro futuro. Forse non lo sai ma c'è una soluzione concreta e legittima ma sconosciuta: si chiama indipendenza Giovedì 11 dicembre alle ore 20.45 presso l'hpte Bristol sul lungomare di Sottomarina due illustri professori universitari, un noto avvocato ed un esperto consulente aziendale ci aiuteranno a capire il progetto dell'indipendenza veneta per via istituzionale e referndaria con la legge regionale 16 del 2014 RICORDATI , NON MANCARE.....

domenica 7 dicembre 2014

LA CARDIOLOGIA DI CHIOGGIA LEADER NEI PROGETTI EUROPEI

La Cardiologia di Chioggia leader nei progetti europei Si è svolta nei giorni scorsi, a Trieste, la presentazione dei risultati dei progetti europei transfrontalieri Italia - Slovenia, per il miglioramento delle qualità delle cure e la condivisione tra gli Stati confinanti. La Cardiologia clodiense ha coordinato un progetto di largo respiro, che comprendeva uno spettro articolato di attività di eccellenza. Il primo era costituito dal trasporto verso la Cardiologia di Trieste di pazienti con gravissime emergenze cardiologiche dalle zone slovene confinanti. Nel secondo troncone ha coordinato un progetto per l'estensione della Riabilitazione cardiologica dopo la fase ospedaliera, in palestre qualificate, mediante la formazione specifica di laureati in scienze motorie, attività già in vigore a Chioggia da tempo in varie palestre della Città. Infine un terzo progetto è stato quello della creazione di un registro di malattia, per lo scompenso cardiaco, nell'Ulss 14 di Chioggia. Quest'ultima malattia è particolarmente frequente nella popolazione, colpendone circa l'1 per cento e si associa ad un importante fardello di ricoveri, con costi sanitari drammatici. Uno dei più difficili problemi che ne ostacolano la cura efficace è quello costituito dalla diffusione sul territorio di questi pazienti, che non sono conosciuti centralmente, con la conseguente impossibilità di diffondere le cure disponibili a tutti, ma anche di implementare le nuove cure una volta disponibili. Il progetto della Cardiologia clodiense ha consentito di superare questo problema, con la collaborazione del Servizio farmaceutico e della Medicina di base, realizzando un registro dei pazienti affetti da scompenso cardiaco nell'Ulss 14. “Ora - afferma soddisfatto il primario della Cardiologia, Roberto Valle - conosciamo tutti i pazienti, colpiti da questa malattia e soprattutto ne conosciamo la gravità ed il rischio ed in questo modo li possiamo aiutare al meglio, fornendo una cura individualizzata. Non solo, se nel prossimo futuro si renderà disponibile un nuovo farmaco questo ci consentirà di curare subito i pazienti che ne potrebbero beneficiare, contattandoli, senza aspettare che capitino lentamente in Cardiologia, nel corso di visite occasionali”. “Parallelamente - ricorda l'ingegner Colombo, informatico dell'Ulss e responsabile tecnico del progetto - il portale ha sviluppato un portale web, per poter discutere casi particolarmente difficili, via Internet, con qualsiasi altro centro in Italia e nel mondo”. “Questo progetto - conclude il direttore generale dell’Ulss 14 Giuseppe Dal Ben - conferma la statura di primo piano raggiunta dalla Cardiologia clodiense, in particolare il portale web garantisce ai cittadini di Chioggia una reale equità nell'accesso alle cure, senza muoversi dalla Città”.

sabato 6 dicembre 2014

MAURO MANTOVAN e LAURA ZENNARO OGGI SPOSI

Si sono sposati oggi nela sala maggiore del consiglio l'assessore Mauro Mantovan e l'architetto Laura Zennaro. O più semplicemente si sono sposati Mauro e Laura, circondati da tanti amici che gli voglione bene. Auguroni agli sposi Mauro Mantovan e Laura Zennaro con il consigliere regionale Lucio Tiozzo che li ha appena sposati