Pagine

venerdì 31 luglio 2015

LAGUNA SUD - IL CINEMA FUORI DAL PALAZZO

Un progetto speciale di Giorgio Gosetti e Andrea Segre per Le Giornate degli Autori A Chioggia dal 21 al 24 agosto, in collaborazione con il Comune di Chioggia e a Pellestrina dall’11 al 13 settembre, la Laguna abbraccia idealmente le Giornate degli Autori con un prologo e un epilogo pensati per raccontare il passato e il futuro della sezione indipendente promossa dalle Associazioni degli Autori alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Terra e acqua, acqua e terra dove si specchiano le immagini del miglior cinema indipendente, dove prendono forma le utopie, dove il cinema serve a far pensare e discutere, ma anche a ritrovarsi insieme, a brindare dividendo il cibo e il piacere della scoperta. “Ci ha spinto in questa strampalata impresa – dicono i curatori del progetto -, l’amore per la Laguna e la sua gente, il desiderio di restituire uno spicchio di sapore festivaliero a chi vive a due passi e magari non ha mai messo piede alla Mostra, la riconoscenza per un mondo rimasto fedele alla sua tradizione e che di Venezia e della sua bellezza unica è in fondo la culla, la radice più autentica”. A Chioggia, sotto le stelle in Piazza del Duomo, sono in programma quattro serate legate a film e storie che, negli anni, hanno contribuito a costruire l’immagine stessa delle Giornate degli Autori. Dal canadese C.R.A.Z.Y. di Jean-Marc Vallée (due Oscar per Dallas Buyers Club) all’italiano Indebito di Andrea Segre (nato proprio con le Giornate), passando per La donna che canta di Denis Villeneuve e La mia classe di Daniele Gaglianone con Valerio Mastandrea. La serata finale del breve ciclo in programma a Chioggia avrà la partecipazione straordinaria di Donpasta (“Artusi Remix”). A Pellestrina sono in programma tre serate-evento con film e personaggi delle Giornate degli Autori, a cominciare da “Il paese dove gli alberi volano” di Jacopo Quadri e Davide Barletti con la partecipazione speciale di Eugenio Barba, il mitico fondatore dell’Odin Teatret. Sabato 12 settembre è prevista una serata a sorpresa. Domenica 13 settembre (a Mostra conclusa e in accordo con il Festival di Locarno) ci sarà l’anteprima italiana de “I sogni del lago salato” di Andrea Segre in una serata accompagnata dalle musiche della Piccola Bottega Baltazar. Teatro dell’evento a Pellestrina sarà l’antica Remiera di via Zennari, gestita fin dal 1985 dall’Associazione Remiera Pellestrina, il luogo dove nascono le barche e i campioni delle grandi regate veneziane, dalla Vogalonga alla Regata Storica. In questo luogo di memorie e suggestioni, nel cuore della Laguna, si accenderà un nuovo schermo delle Giornate degli Autori e troverà spazio – sabato 12 settembre – l’avvio del “Cantiere Venezia”, progetto sostenuto dalla SIAE e dedicato alla ricerca sull’estetica e il carattere del cinema e dell’audiovisivo italiano per gli anni 2000. Agli abitanti della Laguna affidiamo infine il giudizio sulla nostra selezione: una loro rappresentanza, cinque giurati scelti tra quanti si candideranno, sarà accreditata alle Giornate degli Autori per premiare il titolo più amato di quest’anno che sarà festeggiato sabato sera alle Remiera di Pellestrina.

CHIOGGIA INCONTRA SHIOGAMA ( GIAPPONE)

Chioggia incontra Shiogama (Giappone). Giovedì 30 luglio alle ore 21.00 la sala consiliare ospiterà una delegazione di undici giapponesi a 400 anni dal primo passaggio di una ambasciata del Sol Levante a Chioggia. L’iniziativa “CHIOGGIA (Veneto, Italia) incontra SHIOGAMA (Miyagi, Giappone): aspetti storici, culturali, ambientali, socio-economici e umani di due città sull’acqua a confronto” è realizzata da Ispra – Chioggia , Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale e dal Comune di Chioggia, in collaborazione con la città di Shiogama, e nasce in ambito di Aquae Venezia 2015, collaterale di Expo 2015, con il contributo della Banca di Credito Cooperativo di Piove di Sacco. Chi ha detto che abbiamo poco in comune con i giapponesi? La prima missione giapponese in Italia di cui si abbia traccia, composta da una delegazione di giovani principi, ebbe luogo nel 1585. Esattamente 400 anni prima dello tsunami (maremoto) del 2011, un evento simile spazzò la stessa area costiera della Prefettura di Miyagi, circa 300 Km a Nord di Tokyo. A seguito di questo evento nel 1615 una seconda delegazione giapponese partì, ufficialmente per motivi “religiosi” (ma in realtà i motivi erano commerciali, soprattutto a seguito delle distruzioni locali). La prima tappa di questa delegazione ebbe luogo in Messico, poi attraversò l’Atlantico ed il Mediterraneo per andare a Roma dal Papa a chiedere autorizzazione ad iniziare gli scambi commerciali col mondo di lingua spagnola (in particolare il Messico). Si tratta delle prime traversate transoceaniche giapponesi del Pacifico e dell’Atlantico. La prima missione, dopo il passaggio principale a Roma, indirizzandosi sulla via di Venezia lasciò ampia testimonianza del passaggio per Chioggia. A Ishinomaki, 40 km a Est di Shiogama, ancora oggi si festeggia il ricordo di questa missione davanti al monumento che riproduce in scala reale il galeone, di stile occidentale, usato allora. In occasione di Expo e Aquae 2015, a distanza di quatto secoli, una delegazione di undici giapponesi ha una nuova occasione per “raccontarci” la loro città. I danni, diretti e indiretti, causati dallo tsunami del marzo 2011 e dall’impianto nucleare di Fukushima (che dista circa 100 Km dalla città di Shiogama), al mare e alle sue risorse sono stati epocali, ma l’opera di ricostruzione è in fase di avanzato consolidamento. Sarà l’occasione per scambiare conoscenze e impressioni reciproche fra due piccoli gruppi di amici che vivono le due città (ogni gruppo coordinato da due colleghi che si sono formati assieme all’Università della Pesca di Tokyo nei lontani anni 1978-1980). Città che hanno in comune l’ambiente delle acque marine e di transizione, da cui traggono origine risorse biologiche che sono sempre state il principale sostentamento di popolazioni estremamente attive e geniali nei loro metodi di raccolta. L’evento si presta ad alcuni approfondimenti relativi alla valorizzazione di risorse ittiche tradizionali, per secoli considerate povere ma che sono rimaste un caposaldo nell’alimentazione salutare moderna e nella ristorazione delle due comunità costiere. I lavori si apriranno con il saluto del sindaco Giuseppe Casson e l’introduzione di Otello Giovanardi, responsabile ISPRA-Chioggia e Keiichi Sakai, direttore dell’Istituto di Tecnologia della Pesca della Prefettura di Miyagi. La prima parte degli interventi sarà dedicato allo “scambio culturale Italia-Giappone attraverso le caratteristiche di due città” con interventi di S. Ravagnan (esperto) e K. Tomiya (Saura Co. Ltd). La seconda parte della conferenza verterà sull’argomento “Piatti tradizionali a confronto dal “pesce povero”: valorizzazione di risorse marine abbondanti e salutari” con interventi di G. Donaggio (esperta) e H. Satoh (Marubun Foods INC). “Chioggia ha tanti punti in comune con la nostra città di Shiogama che sin da tempi antichi è fiorente città portuale, dove è molto sviluppata la lavorazione dei prodotti marini, valorizzando in questo modo la ricchezza ittica locale. Inoltre possiede diverse attrattive turistiche, come il Santuario di Shiogama e la Baia di Matsushima che ci regala un panorama straordinario, con numerose isole. Quando nel 2011 c’è stato il Grande Terremoto della regione Tôhoku abbiamo subito considerevoli danni, ma si sta ricostruendo passo a passo – è il saluto del sindaco di Città di Shiogama, Akira Satoh - Spero di cuore che questo evento rafforzi ancor più l’amicizia tra due città simili, così strettamente legate all'acqua”. Tra i doni alla delegazione giapponese un bragozzo, di circa 60 cm x 70 cm, da parte del pescatore Elio Dall’Acqua, anche a nome di tutti i pescatori di Chioggia. “Siamo onorati di poter ricevere questa delegazione – commenta il sindaco, Giuseppe Casson - E’ un appuntamento d'alto valore culturale che rafforza i legami di amicizia con una realtà tanto distante eppure tanto vicina per caratteristiche morfologiche del territorio e per lo sviluppo delle attività turistiche e produttive. Mi auguro che da questo incontro possa nascere uno scambio positivo per entrambe le città”. Una seconda iniziativa è in programma venerdì 31 luglio 2015 dalle ore 11,00 alle ore 12,30. Presso la sala del Museo civico della laguna sud si terrà il seminario dal titolo “L’acquacoltura dei molluschi bivalvi in Giappone, con particolare riferimento all’ostrica e alla vongola filippina (produzione, tecniche, patologie, ambiente)”, con l’intervento di Keiichi Sakai, direttore dell’Istituto di Tecnologia della Pesca della Prefettura di Miyagi, appena inaugurato dopo il disastroso tsunami del 2011. Si prosegue così un percorso iniziato nell'ottobre 1992 presso l'ICRAP di Chioggia (ora ISPRA), in cui era stato organizzato un seminario sullo stato della molluschicoltura giapponese, tenuto dallo stesso Sakai, allora visiting researcher. Parteciparono all'evento alcuni componenti dell'attuale direttivo SIRAM (Società Italiana per la Ricerca Applicata alla Molluschicoltura), che poterono così cogliere alcuni spunti sui miglioramenti apportabili alle nostre tecniche di allevamento. L’evento organizzato da Ispra - Chioggia con la collaborazione del Comune è evento di Aquae Venezia 2015, collaterale ad Expo 2015. “La molluschicoltura è un’importante risorsa per il nostro territorio che negli anni ha mostrato elementi di criticità che vanno gestiti – rileva l’assessore alle attività produttive, Marco Dughiero - Confrontarsi con chi può essere più avanti in termini di gestione delle aree e di diversificazione delle produzioni può essere un’occasione di grande arricchimento professionale”.

martedì 28 luglio 2015

UN'ESTATE SICURA PER I BAMBINI E GLI ANZIANI CON " VACANZE SICURE "

l'ambulatorio pediatrico con il primario di Pronto Soccorso Andrea Tiozzo e il primario di Pediatria Mario Lattere, in camice blu il dott Riccardo Congia 

Chioggia, un’estate sicura per i bambini e gli anziani con “Vacanze Sicure” Nel Pronto Soccorso attivi due ambulatori, uno pediatrico e uno geriatrico, per ridurre i tempi di attesa della fascia della popolazione più fragile Un’estate sicura, a Chioggia, per i bambini e gli anziani grazie al “Progetto Vacanze Sicure”. Il Pronto Soccorso dell’Ospedale, infatti, si è dotato di due ambulatori dedicati con un pediatra e un geriatra: una sorta di corsia preferenziale per le fasce di età più fragili della popolazione. L’ambulatorio pediatrico ha esordito l’anno scorso e, sulla base dell’esperienza molto positiva e del gradimento dell’utenza che ne ha usufruito, l’Ulss 14 ha deciso di riproporlo anche questa estate, a fianco di una new entry: l’ambulatorio geriatrico. L’ambulatorio pediatrico è aperto dodici ore al giorno, sette giorni su sette, dalle 8.00 alle 20.00. Il 90% dei bambini vi accede con una attesa media di 4 minuti. Rispetto all’anno scorso, nel mese di giugno si è registrato un aumento degli accessi pari al 174% (da 154 bambini nel 2014 a 404 nel 2015). Un aumento dovuto al fatto che l’ambulatorio è più conosciuto grazie al passaparola, alla pubblicità promossa nell’ambito di Vacanze Sicure (promosso dalla Regione Veneto) e al contributo delle farmacie con cui l’Ulss ha stretto una forte collaborazione, tanto che ben il 50% dei bambini che giunge in questo ambulatorio è stato inviato proprio da un farmacista. Ma chi sono i bambini che afferiscono all’ambulatorio pediatrico? “Poco più della metà – ha spiegato il primario di Pediatria Mario Lattere - sono bimbi che non appartengono a questa Ulss: su 404 accessi, 250 sono turisti. Si tratta di neonati fino a bambini che vanno dai 6 ai 10 anni. Il motivo per cui si rivolgono al nostro servizio sono molteplici: piccola traumatologia, infezioni di stagione, infezioni cutanee e gastroenteriche, pochi casi (per fortuna) di colpi di calore che, lo ricordo, sono più pericolosi dei colpi di sole, cioè le scottature tanto per intenderci”. punto medico in diga E proprio sui colpi di calore, il dottor Lattere mette in guardia, dando qualche consiglio alle neomamme: “I bambini sotto l’anno – ha ricordato il primario – si possono portare in spiaggia la mattina presto oppure il tardo pomeriggio. L’ombrellone non protegge dalla morsa dell’afa e anche all’ombra si può essere colpiti da un colpo di calore, che accade quando aumenta la temperatura corporea sfiorando o superando i 40 gradi. Una situazione pericolosa che può anche comportare una grave disidratazione con facilità soprattutto nei lattanti. Per cui, durante questi caldi, mamme fate attenzione alle ore in cui li portate a fare una passeggiata e soprattutto idratateli con acqua (evitiamo le bibite gasate), frutta e verdura”. Accanto all’ambulatorio dedicato ai bimbi, questa estate esordisce nel Pronto Soccorso di Chioggia l’ambulatorio geriatrico, un servizio che serve a non gravare sulla gestione ordinaria del Pronto Soccorso. Gestito da un geriatra, è aperto nei giorni festivi e prefestivi dalle 8.00 alle 20.00. Un servizio pensato per ridurre i tempi di attesa dell’anziano che in media, con questo ambulatorio, attende circa 40 minuti. Il bilancio dell’attività di questo ambulatorio verrà stilato a fine estate, intanto si può fare l’identikit di chi si rivolge a questo servizio. “L’anziano – ha evidenziato il primario di Pronto Soccorso Andrea Tiozzo – è uno dei pazienti più complessi da seguire. Si tratta di pazienti che ultrasessantenni, polipatologici, che necessitano di una visita multidisciplinare. Nella maggioranza dei casi, si rivolgono a noi persone con dolori addominali e toracici”. “I nostri servizi – ha concluso il direttore generale dell’Ulss 14 Giuseppe Dal Ben - sono pensati e organizzati per rispondere in maniera piena ai bisogni dei cittadini, che possono cambiare anche a seconda delle stagioni. E’ importante che il paziente sia sempre al centro delle nostre attenzioni e cure. Obiettivo che condivido con medici, infermieri e, in generale, ogni operatore sanitario che opera a Chioggia”.

sabato 25 luglio 2015

REGATA VELICA - CIRCOLO NAUTICO CHIOGGIA - 150° ANNIVERSARIO DEL CORPO DELLE CAPITANERIE DI PORTO

regata velica per il 150esimo delle capitanerie di porto La Capitaneria di Porto di Chioggia, in occasione del 150esimo anniversario dell’istituzione del Corpo delle Capitanerie di Porto ha organizzato, congiuntamente al Circolo Nautico di Chioggia, una regata commemorativa dell’evento. La manifestazione sportiva ha visto la partecipazione di molti ragazzi iscritti al Circolo Nautico, con una regata, su classe Optimist, con partenza nelle acque antistanti piazza Vigo. Successivamente alla manifestazione sportiva, i ragazzi hanno effettuato una visita guidata in Capitaneria di Porto, visitando, tra l’altro, la sala operativa, gli apparati di monitoraggio del traffico navale ed i sistemi di comunicazione, la banchina dei mezzi nautici ed osservando, da vicino, come vengono coordinate le operazioni di soccorso. Il comandante della cp - Luca Cardarello - il presidente del cnc Antonio Vianello e il sindaco di Chioggia Giuseppe Casson Le premiazioni, effettuate dal Comandante della Capitaneria di Porto, Capitano di Fregata Luca Cardarello, dal Sindaco del Comune di Chioggia, Avvocato Giuseppe Casson, e dal presidente del Circolo Nautico di Chioggia, Antonio Vianello, sono avvenute nella piazza antistante la Capitaneria di Porto, con la consegna della medaglia commemorativa del 150° anniversario della fondazione del Corpo delle Capitanerie di Porto a tutti i partecipanti ed ai loro istruttori, nonché delle coppe commemorative ai tre vincitori delle tre categorie partecipanti. Si è trattato, come ricordato dal Sindaco, dal Comandante della Capitaneria e dal Presidente del Circolo Nautico, di un bel momento di incontro tra istituzioni e giovani, teso all’accrescimento della cultura del mare e dell’insegnamento dei valori della sicurezza e del rispetto per l’ambiente.

giovedì 9 luglio 2015

MAMME E PRIMO SOCCORSO SUI BAMBINI: SABATO IL CORSO

Grande successo del corso organizzato dalla asl 14 per insegnare a genitori, nonni e a chiunque fosse interessato le manovre di disostruzione, come togliere un boccone o un oggetto dalla gola di un bambino, nelle diverse età ( neonato o bambino ) e nelle diverse situazioni ( occlusione parziale o totale) se il bambino è cosciente o incosciente........ Le mamme in spiaggia insieme ai medici, per imparare a proteggere il proprio bambino: sabato pomeriggio avrà luogo, al Lido Sabbia d’Oro, un primo appuntamento per imparare le tecniche della “disostruzione pediatrica”, importantissime per aiutare un bambino piccolo che abbia ingerito un corpo estraneo o che rischi di soffocare per problemi di deglutizione. Ad istruire le mamme (e ovviamente anche i papà presenti) sarà il personale sanitario della Pediatria e del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Chioggia “In presenza di un bambino che sta per soffocare – spiega il Primario di Pediatria Mario Lattere – è importante mantenere la calma. Ma è ancora più importante saper praticare le giuste manovre di ‘disostruzione’, che i nostri operatori illustrano in questi corsi insieme alle altre tecniche di base del primo soccorso”. Sono proprio le giuste manovre di disostruzione quelle che ha saputo praticare, alcune settimane fa, una mamma di Chioggia: poco dopo averle imparate ad un corso dell’Ulss 14, le ha messe in pratica ed ha salvato il proprio bambino che aveva ingerito un pupazzetto che non gli permetteva più di respirare. “Riproponiamo questa iniziativa – commenta il Direttore Generale dell’Ulss di Chioggia Giuseppe Dal Ben – anche a seguito delle richieste che riceviamo, dopo il buon esito degli stessi corsi svolti sul territorio e in ambito scolastico: i genitori e coloro che lavorano a contatto con i bambini riconoscono l’importanza della formazione in questo campo, e apprezzano la competenza dei medici e del personale sanitario dell’Ulss 14 e dei volontari che si impegnano a fondo in queste iniziative”. Il corso di disostruzione pediatrica e di primo soccorso è gratuito, ed è organizzato dall’Ulss di Chioggia in tre giorni e in tre sedi diverse: il primo appuntamento si svolge sabato 11 luglio, dalle 17.00 alle 19.00, allo stabilimento Lido Sabbia d'Oro. Gli altri due appuntamenti si terranno sabato 25 luglio, dalle 16.00 alle 18.00, al Granso Stanco, e poi sabato 8 agosto, dalle 16.00 alle 18.00, ai bagni Padoan. Nelle foto, il dottor Lattere, Primario di Pediatria, con alcuni membri della sua équipe, e alcuni momenti dei corsi di disostruzione pediatrica già organizzati dall’Ulss 14 di Chioggia

VENERDI' 10 LUGLIO A PALAZZO GOLDONI - MOSTRA D'ARTE - " PERCORSI D'ACQUA "

Chioggia Marina - Sarà inaugurata venerdì prossimo 10 luglio, alle ore 21, a Palazzo Goldoni (Rione Duomo 307) la mostra d'arte "Percorsi d'Acqua" che ripercorre nell'opera pittorica di Bruno Meneghelli il rapporto vitale e quotidiano della gente veneta con le sue acque. Una scelta di 40 tele del pittore veronese divise per ambiti territoriali (fiume Adige, Laguna Sud, Delta del Po) ci trasporta nell'incanto della luce e del colore accordate dalla mano dell'artista ad un sincero slancio di affetto e simpatia con i soggetti dove l'agire umano e il paesaggio naturale ritrovano unità e una promessa di nuova alleanza. La mostra permette di esplorare lo stile di Meneghelli nell'arco di un ventennio, con la sua evoluzione dal naturalismo ad una forte interpretazione tesa a far emergere dettagli dove il colore sembra suggerire una vera e propria "illuminazione" che dischiude nuova comprensione sull'intero paesaggio. Percorsi d'Acqua accoglie inoltre delle installazioni audiovisive prodotte da ArtCam che uniscono la sapienza tecnica alla ricerca antropologica con prese dirette sulla vita di gente di fiume. Venerdì e domenica sera alle 21.45 la mostra ospiterà anche del film "Outsiders. Storie dal fiume" di Sara Pigozzo e Enrico Meneghelli. Si tratta di un film documentario su alcuni personaggi, apparentemente emarginati, che vivono lungo l'Adige, ultimi custodi di antichi saperi, testimoni di economie e vite possibili in armonia con la propria terra. L'Associazione Amico Giardiniere ha accolto con gioia l'invito dell'Agenzia Momenti di Giulia Gennari, che cura l'allestimento della mostra, di sostenere e diffondere questa mostra nella nostra città, scelta come prima tappa. Sicuri di offrire alla cittadinanza un'occasione per rivedersi con gli occhi innamorati di un appassionato visitatore. L'iniziativa ha raccolto il patrocinio della Regione Veneto, oltre ai comuni di Chioggia e Ronco d'Adige. Palazzo Goldoni Allego locandina e ulteriori informazioni su ArtCam con preghiera di diffusione. Porgo infine i migliori auguri di una vostra buona evoluzione verde. Francisco Panteghini Cell. 328 7021253 www.AmicoGiardiniere.com

martedì 7 luglio 2015

DAL 10 INIZIA LA SAGRA DEL PESCE

Sagra del Pesce di Chioggia, al via la 78° edizione. Corso del Popolo si prepara ad ospitare per dieci giorni uno degli eventi più importanti ed attesi per la città e i suoi ospiti. Ogni sera dal 10 al 19 luglio 2015, dalle ore 19,30, i prodotti del mare e della laguna di Chioggia saranno i protagonisti indiscussi delle tavole imbandite nella piazza principale in una grande festa, il cui successo è sancito dal mix di ingredienti, buona cucina, cultura, spettacoli, musica e solidarietà. “La Sagra del Pesce continua ad essere uno degli eventi di punta della città – commenta il vicesindaco e assessore al turismo, Luigi De Perini – Ci aspettiamo di confermare e di superare come ogni anno le 100 mila presenze e di accogliere i nostri visitatori con l’ospitalità calorosa che è propria della dimensione antropologica della gente di Chioggia. La sagra del Pesce, riconosciuta come Meraviglia italiana, è frutto della tradizionale attenzione dell’amministrazione al comparto turistico che si concretizza con manifestazioni ed eventi di particolare interesse e notorietà”. EXPO 2015 e VIAGGIO NEL GUSTO. Quest’anno la Sagra del pesce di Chioggia si fregia di un ulteriore riconoscimento. E’ tra gli eventi che rappresentano il Veneto e l’Italia ad Expo 2015. La manifestazione era già stata premiata nel 2013 dal Forum Nazionale dei giovani, membro del Forum Europeo della Gioventù, con il prestigioso riconoscimento di “Meraviglia Italiana” che certifica la qualità della kermesse gastronomica. Nel corso della Sagra verrà proiettato un video promozionale sulla città, nato in occasione dell’EXPO, dedicato alle bellezze storico-culturali, alla realtà delle attività produttive, ai talenti, alle tradizioni, ai prodotti e agli eventi più importanti del nostro territorio. Il video verrà proiettato ogni sera sotto palazzo Morari. Buona Cucina e Prenotazioni. La piazza si trasforma in un unico grande ristorante all’aperto. I sette stand gastronomici, allestiti nella splendida cornice del centro storico, gestiti dalle associazioni locali e dalle cooperative di produttori, delizieranno i palati dei visitatori con le ricette più classiche come il pesce in “saore”, la frittura mista, le “vongole e le cozze in “cassopipa”, le sogliole ai ferri, i fasolari gratinati e le immancabili grigliate miste di pesce dell'Adriatico. Sarà possibile degustare inoltre “piatti abbinati” a base di pesce ed ortaggi tipici chioggiotti grazie all’iniziativa “ Un mare di ortaggi”, curata da Chioggia Ortomercato del Veneto. Gli stand saranno così distribuiti: all’Isola di San Domenico la Coop.va Ittica Vongolari, davanti a Palazzo Morosin l’associazione Teatro&Musica, in Piazza Granaio l’associazione sportiva UISP, davanti a Palazzo municipale l’ O.P. Fasolari, davanti all’ufficio Postale la Cooperativa Ittica Sciabica, in Campo San Martino l’associazione ASI Ciao e in Campo Duomo la Cooperativa Impronta. Sul sito del Comune, all’indirizzo www.eventi.chioggia.org gli interessati potranno trovare i riferimenti per eventuali prenotazioni. PARK E BUS NAVETTA GRATUITO . Da quest’anno non ci saranno più problemi di parcheggio per i visitatori della Sagra. In località Val da Rio, all’ingresso della città, vicino alla sede dell’Aspo di Chioggia, all’imbocco di Via Maestri del Lavoro, verrà attivato un parcheggio gratuito e sarà disponibile un bus navetta non stop dalle 19.30 alle 24.30 circa, con una frequenza di circa 15 minuti tra un servizio e l'altro che condurrà davanti a Porta Garibaldi, in pieno centro storico. PROGRAMMA e INIZIATIVE SOLIDALI. Il sipario si aprirà ogni sera alle ore 21.30 sui due palchi posizionati in Piazza Vigo e a Porta Garibaldi con teatro, musica e varietà. Tutti gli spettacoli sono gratuiti. In più mostre e serate a tema, nei luoghi più suggestivi della città. La Sagra del Pesce darà ospitalità ad un pannello con una scena peschereccia realizzato dagli utenti del centro ANFASS nel corso delle attività 2014-2015. Verrà inoltre riproposto il nuovo video musicale per promuovere il divertimento sano e l’uso responsabile delle bevande alcoliche, realizzato dalla Cooperativa Titoli Minori grazie al contributo della Conferenza dei Sindaci con la collaborazione del Serd di Chioggia e di ChioggiaTV.