Pagine

martedì 20 settembre 2016

CLEAN UP THE WORLD: GIOVEDÌ 22 SETTEMBRE GLI ALLIEVI DELLA "PASCOLI" PULIRANNO LA SPIAGGIA LIBERA DI SAN FELICE


Anche quest'anno il Comune di Chioggia aderisce alla campagna "Puliamo di mondo" di Legambiente, edizione italiana di Clean up the World, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo. Giovedì 22 settembre, dalle 9 alle 12, due classi terze della scuola secondaria di primo grado Giovanni Pascoli, coordinate dagli operatori del Centro di Educazione Ambientale del Comune di Chioggia e in collaborazione con Veritas, ripuliranno dai rifiuti il tratto di spiaggia libera di San Felice.
«L'iniziativa -spiega Davide Scarpa del CEA- oltre a sensibilizzare le giovani generazioni all'importanza della riduzione nella produzione di rifiuti e della corretta differenziazione degli stessi, permette di riappropriarsi di spazi che i rifiuti avevano reso non fruibili. Inoltre è tra le iniziative che fanno meritare a Chioggia lo status di Bandiera Blu, data l'attenzione che la città pone ai temi ambientali».
La raccolta dei rifiuti sulla spiaggia da parte dei ragazzi ogni anno accumula circa 20 sacchi di materiali vari, abbandonati da vento, acqua e maleducazione. Ciò riaccende l'attenzione anche sul problema dello smaltimento dei rifiuti depositati sull'arenile.

lunedì 19 settembre 2016

SIMONE BOSCOLO, BARBIERE DI SOTTOMARINA, SARÀ UNA DELLE STAR ALL'INTERNATIONAL BARBER CONVENTION DI ROMA


Da ventiquattro anni dietro le forbici, le piastre e le frizioni. È figlio e nipote d'arte, Simone Boscolo Cegion, barbiere ormai alla terza generazione in viale Tirreno a Sottomarina: la sua abilità lo sta portando a raggiungere elevati livelli di notorietà professionale, come la partecipazione all'International Barber Convention, raduno del settore che avrà luogo il 2 e 3 ottobre al Palacavicchi di Roma. «Lo stiamo organizzando assieme al gruppo con cui lavoro», dice Simone, «saremo in circa duemila e in quell'occasione svolgerò diversi interventi». Simone è appena tornato dall'accademia di Frosinone, dove è stato protagonista di un video promozionale che girerà nel Lazio verso l'evento di inizio ottobre: «Una bellissima esperienza negli studi tv», continua il “figaro” lagunare, già avvezzo ai successi in campo nazionale e internazionale. Nella costante ricerca di un look, il mestiere del barbiere sta riscoprendo una nuova vita grazie a persone intraprendenti come Simone Boscolo e ai seminari di taglio, workshop, dimostrazioni e altre attrazioni che lo metteranno in simpatica competizione con colleghi di tutta Italia e non solo. I faretti sono puntati, le tecniche sono affinate, vai Simone e fai onore alla tua città.

IL FORTE SAN FELICE NELLE GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO

Il Forte San Felice nelle Giornate Europee del Patrimonio A cura del Comitato per il Forte San Felice, ottenuta l'autorizzazione dalla Marina militare, sabato 24 settembre nel pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00 (4 turni di 50 visitatori ciascuno) si svolgeranno ancora visite guidate all'interno del Forte San Felice. Aperte le prenotazioni on line l'1 settembre, dopo un paio di giorni i 200 posti disponibili sono andati esauriti. Si è formata una lunga lista d'attesa, così come era successo per le visite del 4 giugno scorso per le Giornate nazionali dei Castelli, a conferma della grande aspettativa della gente di poter finalmente scoprire direttamente questo nostro patrimonio e di riappropriarsene. L'evento di sabato 24, col titolo "Riscoprendo San Felice", rientra nelle Giornate Europee del Patrimonio, che si svolgono il 24 e 25 settembre in tutta Europa per sensibilizzare i cittadini alla salvaguardia e all'amore per il patrimonio storico e culturale. Col patrocinio del Ministero dei beni Culturali, da noi le Giornate sono coordinate dall'Ufficio di Venezia del Consiglio d'Europa, organismo intergovernativo cui aderiscono 47 Stati. Ai vari eventi in programma è stato dato il nome di "passeggiate patrimoniali" secondo lo spirito della Convenzione di Faro, approvata nel 2011, sul valore dell'eredità culturale per la società. Una mostra fotografica sulle varie passeggiate, compresa quella del nostro Forte, si terrà a Venezia nel chiostro del TIM Future Centre a San Salvador. Con questa iniziativa il Comitato per il Forte San Felice ha voluto inserire in un quadro più ampio l'attenzione per il nostro Forte, per farne risaltare appieno il suo grande valore e la necessità ed urgenza del suo recupero. Dobbiamo continuare intanto con la nostra campagna per la raccolta di firme/voti per i Luoghi del Cuore del FAI: siamo ancora nel gruppo di testa della classifica nazionale, al 3° posto con 9956 voti certificati! Erminio Boscolo Bibi, Comitato per il Forte San Felice

CHIOGGIAVELA: SILVIA ZENNARO RACCONTA LA PROPRIA ESPERIENZA OLIMPICA, IL 23 SETTEMBRE IN AUDITORIUM


Non poteva mancare Silvia Zennaro all'edizione 2016 di ChioggiaVela. La giovane, prima chioggiotta di sempre a partecipare alle Olimpiadi, sarà venerdì 23 settembre dalle ore 21 sul palco dell'auditorium San Nicolò, per un incontro durante il quale racconterà con immagini e video la propria esperienza a cinque cerchi fin dalle qualificazioni che l'hanno portata a competere a Rio de Janeiro lo scorso agosto nella classe Laser Radial.
L'incontro sarà introdotto da Dario Malgarise, tra i protagonisti a bordo di Luna Rossa nella Coppa America di Auckland.
La serata è inserita all'interno del programma della quinta edizione di ChioggiaVela, manifestazione nata grazie alla volontà ed alla collaborazione tra il Circolo Nautico Chioggia ed il Comune, con lo scopo di riproporre la centralità della vita di mare in una città tradizionalmente, culturalmente ed economicamente votata al mare.

giovedì 1 settembre 2016

VISITA GUIDATA AL FORTE DI SAN FELICE SABATO 24 SETTEMBRE PER LE GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO


Per la prima volta si svolgeranno a Chioggia le “Passeggiate Patrimoniali” in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2016, manifestazione promossa nel 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea, con il patrocinio del MIBACT. L’intento è quello di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra le nazioni europee; si tratta di un’occasione di straordinaria importanza per riaffermare il ruolo centrale della cultura nelle dinamiche della società italiana. All’iniziativa aderiscono anche moltissimi luoghi non statali, come il forte alla bocca di porto di Chioggia, grazie alla segnalazione del Comitato per il forte San Felice, che da anni si muove in maniera attiva per la promozione e la valorizzazione del sito storico. Le visite guidate all’interno del forte si svolgeranno dalle ore 15 alle 18 di sabato 24 settembre: posti limitati, esclusivamente previa iscrizione online al sito www.eventbrite.it digitando “forte San Felice” (solo visitatori maggiorenni). In questi giorni si sta svolgendo anche la raccolta firme per l’inserimento del forte San Felice tra i “Luoghi del cuore 2016” del Fondo Ambiente Italiano, con una sempre più massiccia adesione da parte della popolazione, che si dimostra sostenitrice del forte. La precedente campagna di raccolta firme per il FAI nel 2014, ha condotto allo straordinario risultato di 18mila firme, piazzandosi al primo posto nel Veneto e quindicesimo a livello nazionale, al quale ha fatto seguito la fortunata visita guidata del maggio scorso, con l’esaurimento dei posti disponibili dopo solo due settimane dall’apertura delle iscrizioni. Per questa ragione si raccomanda, a chi ha desiderio di visitare l’interno del forte, di iscriversi al più presto. Il Comitato esprime la sua grande soddisfazione per la crescente adesione della popolazione alle iniziative di promozione del forte, ricordando che le ultime visite sono state possibili fino al 1999; dall’anno scorso, grazie anche alla raccolta firme e alla movimentazione dei volontari del Comitato, si sono riaperti i cancelli del forte in occasione della giornata di studi e con le visite straordinarie. Il forte è ancora oggi proprietà delle Marina Militare Italiana, anche se non più in uso, e una parte degli edifici più antichi abbisogna di urgenti restauri. Si auspica che presto si possa intervenire sul portale del Tirali, a causa del crollo della copertura, e sul castello della Luppa, antichissimo edificio veneziano che risale al 1385, per un recupero delle più antiche e affascinanti strutture della città di Chioggia.

mercoledì 24 agosto 2016

SI SCALDA LA BATTAGLIA REFERENDARIA: A CHIOGGIA L'ON. MORETTO (PD) PRESENTA I MOTIVI DEL SÌ


Il comitato “Chioggia per il SI”, costituito il 26 maggio scorso per sostenere la riforma costituzionale, organizza il primo incontro per promuovere i contenuti della riforma stessa. Martedì 30 agosto alle ore 21, nella sede del PD in calle Padovani 20 a Chioggia, interverrà la deputata Sara Moretto.

«È un momento importante per l’Italia. Con questo referendum -dice Antonio Duse, coordinatore del comitato- possiamo mettere le basi per l’ammodernamento strutturale del paese, a partire dalle istituzioni. Con il comitato stiamo organizzando una serie di incontri. Nel primo, avremo con noi la deputata Sara Moretto, con la quale scenderemo nel merito dei contenuti. L’appuntamento è pensato per chi non ha ancora un’idea chiara e desidera semplicemente informarsi. Negli altri incontri in programma avremo anche modo di sviluppare la discussione politica sulle questioni di merito». Sara Moretto, di Portogruaro , è tra le prime sostenitrici del premier Renzi e delle sue riforme. È stata eletta nel collegio Venezia-Treviso-Belluno dopo aver passato le primarie per i parlamentari nel dicembre 2012.

lunedì 22 agosto 2016

"LAGUNA SUD" CON ANDREA SEGRE: DOCUMENTARI E LABORATORIO A CHIOGGIA, LA CITTÀ CON FAME DI CINEMA


Chioggia eterno set cinematografico, sempre troppo poco sfruttato dal grande schermo nonostante enormi potenzialità, da più parte sostenute ma quasi mai messe in pratica da una Film Commission o dalle piccole e grandi produzioni di Cinecittà e dintorni. Non solo: la città come trama e sfondo di storie private, vere o verosimili, indagata dall'occhio delle telecamere di chi magari la vede per la prima volta. Per il secondo agosto consecutivo torna l'appuntamento con le Giornate degli Autori in seno alla Mostra del Cinema di Venezia, fortemente voluto dall'ex assessora alla cultura Alessandra Lionello grazie anche al legame col regista Andrea Segre (“Io sono Li”), chioggiotto per parte di madre: quattro proiezioni indipendenti al chiostro della Guardia di Finanza nell'isola di San Domenico, da giovedì 25 a domenica 28 agosto, e nel weekend un laboratorio di sceneggiatura e ripresa -ubicato a palazzo Grassi- per dieci autori cittadini e non, dal tema “Amori e giochi tra calli e canali”. Questo è “Laguna sud – cinema fuori dal palazzo”, il giusto titolo per una città che continua a soffrire la carenza di sale: eccetto il benemerito apporto dei padri Salesiani al Don Bosco, ricordato dallo stesso Segre in conferenza stampa, con riferimento soprattutto al cinema d'impegno e d'attualità.

«Non sapevo se questa seconda edizione avrebbe potuto tenersi», esordisce Segre, «dal momento che devo iniziare le lavorazioni del mio nuovo film. Ma aspetteranno un po'». Il cineasta padovano snocciola i numeri della crescita: «Lo scorso anno il laboratorio a tema cucina, con Don Pasta, ha avuto successo anche se un po' improvvisato. Ora gli organizzatori Apollo11, ZaLab e CentoAutori hanno messo dei fondi per promuoverlo anche più lontano, così sono arrivate trenta iscrizioni da diverse regioni d'Italia», tra le quali verranno scelti i dieci partecipanti. Partner operativo quest'anno è Apollo11 di Agostino Ferrente, stimato regista di cinema documentario, tra coloro che hanno riscoperto il genere che oggi viene distribuito e vince premi ovunque (vedi “Fuoco a mare” e “Sacro GRA” di Gianfranco Rosi): «Il documentario viene riconosciuto come caratteristica del cinema italiano perché è parte dalla storia del nostro cinema», continua Segre. Ferrente ha girato “Orchestra di Piazza Vittorio”, da cui è nata la band stessa, e “Le cose belle” che verrà proiettato domenica 28 agosto a San Domenico: «Un film di grande umanità e delicatezza, uscito un anno fa alla Mostra del Lido», dice Segre. Nell'opera, Ferrente incontra i protagonisti di un suo film di dieci anni prima, ragazzini di Napoli cui era stato chiesto di descrivere il proprio futuro.
Nelle altre serate, anche un film tunisino che narra la loro primavera del 2011 nel Paese mediterraneo, girato da una regista locale che è anche musicista, Leyla Bouzid; il via con “Arianna” di Carlo Lavagna la sera di giovedì 25 agosto. Tutti i film trattano temi di attualità, e -nelle intenzioni dei promotori- cercano di superare le difficoltà nelle piccole città ad avere cinema con proiezioni indipendenti non vocate al solo divertimento: «Una ferita grave», il parere di Segre che senz'altro condividiamo. Ad Agostino Ferrente si deve anche la scelta del tema per il laboratorio: «Lui è legato ai racconti dell'infanzia», specifica Segre. «Mi ha chiesto cosa si fa nelle calli di Chioggia, gli ho risposto: si gioca e ci si innamora, quando non ci sono troppe macchine, poi magari si litigava anche... Così andiamo a vedere cosa è rimasto, ci facciamo raccontare da vecchi e nuovi bambini. L'ultimo giorno, domenica 28, proietteremo le immagini che avremo girato per la città assieme ai nuovi registi, chioggiotti e non».

Tra i partner dell'iniziativa anche la Fondazione Clodiense, che ospita il laboratorio nella sede di Palazzo Grassi. Così l'architetto Giancarlo Munari: «L'iniziativa è di respiro nazionale, ci sono anche borse di studio, inaspettato il numero delle richieste». Secondo Munari, “Laguna sud” è «un anticipo di Biennale con ricadute sul territorio», e vi è speranza di andare avanti col progetto nei prossimi anni: «Vogliamo farlo diventare stabile». Allo scopo, la Fondazione rivolge un appello: «Abbiamo bisogno di essere accompagnati da contributi privati e da un impegno di spesa da parte del Comune».
Chiamata in causa, l'assessora Trapella rivela entusiasta di aver voluto partecipare al laboratorio, ma di desistere dato l'elevato numero di aspiranti, elogia «una locandina splendida, sensuale, evocativa» e caldeggia la visione di “La prima luce”, film di Vincenzo Marra con Riccardo Scamarcio, ambientato a Bari e incentrato sulle adozioni internazionali, tema molto caro all'attività professionale dell'assessora. “La prima luce” sarà proiettato a San Domenico sabato 27 agosto.