Pagine

mercoledì 24 agosto 2016

SI SCALDA LA BATTAGLIA REFERENDARIA: A CHIOGGIA L'ON. MORETTO (PD) PRESENTA I MOTIVI DEL SÌ


Il comitato “Chioggia per il SI”, costituito il 26 maggio scorso per sostenere la riforma costituzionale, organizza il primo incontro per promuovere i contenuti della riforma stessa. Martedì 30 agosto alle ore 21, nella sede del PD in calle Padovani 20 a Chioggia, interverrà la deputata Sara Moretto.

«È un momento importante per l’Italia. Con questo referendum -dice Antonio Duse, coordinatore del comitato- possiamo mettere le basi per l’ammodernamento strutturale del paese, a partire dalle istituzioni. Con il comitato stiamo organizzando una serie di incontri. Nel primo, avremo con noi la deputata Sara Moretto, con la quale scenderemo nel merito dei contenuti. L’appuntamento è pensato per chi non ha ancora un’idea chiara e desidera semplicemente informarsi. Negli altri incontri in programma avremo anche modo di sviluppare la discussione politica sulle questioni di merito». Sara Moretto, di Portogruaro , è tra le prime sostenitrici del premier Renzi e delle sue riforme. È stata eletta nel collegio Venezia-Treviso-Belluno dopo aver passato le primarie per i parlamentari nel dicembre 2012.

lunedì 22 agosto 2016

"LAGUNA SUD" CON ANDREA SEGRE: DOCUMENTARI E LABORATORIO A CHIOGGIA, LA CITTÀ CON FAME DI CINEMA


Chioggia eterno set cinematografico, sempre troppo poco sfruttato dal grande schermo nonostante enormi potenzialità, da più parte sostenute ma quasi mai messe in pratica da una Film Commission o dalle piccole e grandi produzioni di Cinecittà e dintorni. Non solo: la città come trama e sfondo di storie private, vere o verosimili, indagata dall'occhio delle telecamere di chi magari la vede per la prima volta. Per il secondo agosto consecutivo torna l'appuntamento con le Giornate degli Autori in seno alla Mostra del Cinema di Venezia, fortemente voluto dall'ex assessora alla cultura Alessandra Lionello grazie anche al legame col regista Andrea Segre (“Io sono Li”), chioggiotto per parte di madre: quattro proiezioni indipendenti al chiostro della Guardia di Finanza nell'isola di San Domenico, da giovedì 25 a domenica 28 agosto, e nel weekend un laboratorio di sceneggiatura e ripresa -ubicato a palazzo Grassi- per dieci autori cittadini e non, dal tema “Amori e giochi tra calli e canali”. Questo è “Laguna sud – cinema fuori dal palazzo”, il giusto titolo per una città che continua a soffrire la carenza di sale: eccetto il benemerito apporto dei padri Salesiani al Don Bosco, ricordato dallo stesso Segre in conferenza stampa, con riferimento soprattutto al cinema d'impegno e d'attualità.

«Non sapevo se questa seconda edizione avrebbe potuto tenersi», esordisce Segre, «dal momento che devo iniziare le lavorazioni del mio nuovo film. Ma aspetteranno un po'». Il cineasta padovano snocciola i numeri della crescita: «Lo scorso anno il laboratorio a tema cucina, con Don Pasta, ha avuto successo anche se un po' improvvisato. Ora gli organizzatori Apollo11, ZaLab e CentoAutori hanno messo dei fondi per promuoverlo anche più lontano, così sono arrivate trenta iscrizioni da diverse regioni d'Italia», tra le quali verranno scelti i dieci partecipanti. Partner operativo quest'anno è Apollo11 di Agostino Ferrente, stimato regista di cinema documentario, tra coloro che hanno riscoperto il genere che oggi viene distribuito e vince premi ovunque (vedi “Fuoco a mare” e “Sacro GRA” di Gianfranco Rosi): «Il documentario viene riconosciuto come caratteristica del cinema italiano perché è parte dalla storia del nostro cinema», continua Segre. Ferrente ha girato “Orchestra di Piazza Vittorio”, da cui è nata la band stessa, e “Le cose belle” che verrà proiettato domenica 28 agosto a San Domenico: «Un film di grande umanità e delicatezza, uscito un anno fa alla Mostra del Lido», dice Segre. Nell'opera, Ferrente incontra i protagonisti di un suo film di dieci anni prima, ragazzini di Napoli cui era stato chiesto di descrivere il proprio futuro.
Nelle altre serate, anche un film tunisino che narra la loro primavera del 2011 nel Paese mediterraneo, girato da una regista locale che è anche musicista, Leyla Bouzid; il via con “Arianna” di Carlo Lavagna la sera di giovedì 25 agosto. Tutti i film trattano temi di attualità, e -nelle intenzioni dei promotori- cercano di superare le difficoltà nelle piccole città ad avere cinema con proiezioni indipendenti non vocate al solo divertimento: «Una ferita grave», il parere di Segre che senz'altro condividiamo. Ad Agostino Ferrente si deve anche la scelta del tema per il laboratorio: «Lui è legato ai racconti dell'infanzia», specifica Segre. «Mi ha chiesto cosa si fa nelle calli di Chioggia, gli ho risposto: si gioca e ci si innamora, quando non ci sono troppe macchine, poi magari si litigava anche... Così andiamo a vedere cosa è rimasto, ci facciamo raccontare da vecchi e nuovi bambini. L'ultimo giorno, domenica 28, proietteremo le immagini che avremo girato per la città assieme ai nuovi registi, chioggiotti e non».

Tra i partner dell'iniziativa anche la Fondazione Clodiense, che ospita il laboratorio nella sede di Palazzo Grassi. Così l'architetto Giancarlo Munari: «L'iniziativa è di respiro nazionale, ci sono anche borse di studio, inaspettato il numero delle richieste». Secondo Munari, “Laguna sud” è «un anticipo di Biennale con ricadute sul territorio», e vi è speranza di andare avanti col progetto nei prossimi anni: «Vogliamo farlo diventare stabile». Allo scopo, la Fondazione rivolge un appello: «Abbiamo bisogno di essere accompagnati da contributi privati e da un impegno di spesa da parte del Comune».
Chiamata in causa, l'assessora Trapella rivela entusiasta di aver voluto partecipare al laboratorio, ma di desistere dato l'elevato numero di aspiranti, elogia «una locandina splendida, sensuale, evocativa» e caldeggia la visione di “La prima luce”, film di Vincenzo Marra con Riccardo Scamarcio, ambientato a Bari e incentrato sulle adozioni internazionali, tema molto caro all'attività professionale dell'assessora. “La prima luce” sarà proiettato a San Domenico sabato 27 agosto.

giovedì 18 agosto 2016

BELLA INIZIATIVA DI ASCOT - GEBIS e IL PRONTO SOCCORSO: UN FILO DIRETTO TRA IL SUEM E I BAGNINI

Un ponte radio sicuro tra Pronto Soccorso e Stabilimenti balneari Grazie alle associazioni Ascot e Gebis gli operatori del Suem hanno un filo diretto coi bagnini del litorale di Sottomarina e Isola Verde È grande come un cellulare e serve a potenziare le comunicazioni sulla spiaggia in caso di emergenza: una specie di walkie-talkie con cui gli operatori sanitari del Pronto Soccorso di Chioggia comunicano, tramite un ponte radio sicuro e protetto, con i bagnini delle cinquantaquattro torrette del litorale di Sottomarina e Isola Verde. Promotori di questo progetto, unico nel suo genere, sono le associazioni Ascot (associazione commercio operatori del turismo) e Gebis (associazione gestori stabilimenti balneari), in accordo col Comune di Chioggia e la Capitaneria di Porto, e in collaborazione col Pronto Soccorso della Ulss 14. "Quando il presidente di Ascot, Giorgio Bellemo, mi ha proposto questo strumento - ha raccontato il primario di Pronto Soccorso Andrea Tiozzo - ne sono stato entusiasta perché permette un’ulteriore integrazione tra sistema di salvamento in mare e il sistema 118, che non mi risulta essere presente in altre realtà. Le associazioni hanno acquistato le radio (circa 30mila euro), che sono state distribuite equamente sulla spiaggia. Tutti i bagnini sono stati addestrati al loro utilizzo che permette, in caso di incidente, di essere sempre a contatto e di essere quindi più efficaci nell'intervento". Attenzione, però, lo strumento non sostituisce la chiamata al 118 necessaria per attivare il sistema di emergenza-urgenza. La radio si utilizza successivamente, per tenere in continuo contatto gli operatori del Suem che escono con il mezzo di soccorso con i bagnini che si trovano sul posto in cui è accaduto l'incidente. Basta tenere premuto un pulsante, non si devono digitare numeri come per un cellulare, operazione che richiederebbe tempo. Con la radio, invece, il prezioso tempo non viene sprecato. Basta premere un unico pulsante e si crea un filo diretto col luogo dell'incidente, ma anche con tutti gli altri bagnini del litorale. Una rete di comunicazione che permette, in caso di necessità, di far arrivare sul posto anche altri bagnini in aiuto oltre a quello già presente. Uno strumento che permette di ricevere costantemente informazioni in diretta sul ferito, e di comunicare col bagnino chiedendogli ad esempio di trasportare il ferito in un luogo più vicino al mezzo di soccorso che intanto sta arrivando, accorciando così i tempi di intervento. Insomma, un valido potenziamento per i soccorsi in spiaggia. "Un grazie di cuore alle associazioni che hanno reso possibile questa importante iniziativa - ha dichiarato il direttore generale della Ulss 14 Giuseppe Dal Ben - che ha permesso di rafforzare i soccorsi sul territorio in un momento, quello della stagione estiva, in cui la popolazione a Chioggia e soprattutto a Sottomarina, raddoppia. Grazie alla radio, i nostri soccorsi sono più efficaci. Grazie ancora e buon lavoro a tutti, sanitari e bagnini".

mercoledì 17 agosto 2016

LABORATORIO DI CINEMA DOCUMENTARIO CON ANDREA SEGRE DAL 26 AL 28 AGOSTO A PALAZZO GRASSI


Dal 26 al 28 agosto, nell'ambito di "Laguna Sud - Il cinema fuori dal Palazzo", ossia il ciclo di proiezioni all'isola di San Domenico, il regista Andrea Segre ("Io sono Li") e Agostino Ferrente coordineranno un laboratorio di cinema documentario a Chioggia. Sarà un laboratorio pratico di ricerca e racconto su passato, presente e futuro tra le calli e i canali: come nascevano e come nascono gli amori? Come si giocava e come si gioca? Come l'amore diventa un gioco? Ci si amerà ancora nascosti nelle calli?
Tre giorni intensivi di circa 8 ore l'uno rivolti a un massimo di 10 persone di qualsiasi età che abbiano la voglia di sperimentare o perfezionare il linguaggio del cinema documentario, con particolare ma non esclusiva attenzione a chi abbia già qualche esperienza di ripresa audio-visiva e a chi già un po' conosca Chioggia e la sua realtà.
I prodotti realizzati durante il laboratorio saranno proiettati nella serata finale di Laguna Sud, il 28 agosto.
Il laboratorio è gratuito, sono a carico dei partecipanti le spese di vitto e alloggio, ma gli organizzatori si impegnano a dare informazioni per ridurre al massimo i costi di chi venisse da fuori Chioggia.
Per iscriversi bisogna inviare i seguenti materiali alle mail info@fondazioneclodiense.it e biblioteca@chioggia.org entro le 24 del 21 agosto:
- CV sintetico di max 1 pagina (obbligatorio)
- Motivazione alla partecipazione di max 10 righe (obbligatoria)
- Un racconto di max 20 righe con una storia vera legata al tema del laboratorio (non obbligatorio)
Il laboratorio sarà ospitato a Palazzo Grassi a Chioggia sede della Fondazione Clodiense ed è realizzato grazie al Comune di Chioggia e in collaborazione con Giornate degli Autori-Venice Days, ZaLab e Apollo11.

ISOLAVERDE IN FESTA PER LA NOTTE VERDE: UN SUCCESSO SPONTANEO CHE PREMIA GLI OPERATORI


Ha goduto di uno sperato quanto imprevedibile successo la prima Notte Verde organizzata spontaneamente dagli operatori turistici di AOT martedì sera nelle strade di Isolaverde, tra le ore 21 e le 23. Tanti gli ospiti, tra cui moltissimi stranieri (soprattutto tedeschi e olandesi) usciti di casa per un evento messo in piedi con pochi spicci e all'ultim'ora: palese la soddisfazione di chi ha pensato l'iniziativa e ne ha beneficiato in termini di ritorno, tenendo le attività aperte. Tra le attrazioni, oltre all'affollatissimo truccabimbi con immancabili palloncini, anche il mercatino e la musica anni Sessanta che ha portato le persone letteralmente a occupare la carreggiata: merito dell'artista di strada Tidio, che ha raggiunto la location nell'aria di festa. La Notte Verde replica martedì 23 agosto, e non è escluso che entro l'estate la frazione balneare alle foci del Brenta possa animarsi ancora con nuove manifestazioni.

martedì 16 agosto 2016

ANCHE SU WIKIPEDIA PIU' NOMI FEMMINILI by Giulia Penzo

Chi non conosce Wikipedia? La più grande enciclopedia online a contenuto libero, collaborativa, multilingue e gratuita. Caratteristica primaria di Wikipedia è quella di offrire la possibilità a ognuno di collaborare: le pagine possono essere migliorate da chiunque e non c'è un comitato di redazione né alcun controllo preventivo sul contenuto inserito, anche se poi le voci sono monitorate dalla comunità, con il supporto di un gruppo di amministratori e amministratrici che svolgono alcune azioni tecniche. Uno dei principi alla base di Wikipedia è il "punto di vista neutrale", secondo il quale, ad esempio, temi sensibili o controversi devono esser descritti un modo neutrale illustrando i diversi punti di vista lasciando al lettore di decidere quale fare propria. Tuttavia rimane un dato di fatto che fa riflettere: l’85% dei volontari contributori è maschile e le voci biografiche presenti su wikipedia sono in maggioranza voci biografiche di uomini. Ecco perché nell’ambito della Giornata Internazionale della Gioventù  (12 agosto 2016), May Hachem, wikipediana egiziana, ha promosso un grande evento organizzato dalla comunità wikipediana e sostenuto dall'United Nations Women, volto a superare il gender gap in Wikipedia. L’iniziativa principale, chiamata “HerStory” (https://en.wikipedia.org/wiki/Herstory , “Storia di lei”) si è tenuta presso l'UN Women Headquarter a New York dalle ore 9,30 alle 17,00 (le 15,30 – 23,00 ora italiana), e affiancata da una sessione collettiva virtuale di scrittura di voci (virtual Edit-a- Thon).
Giulia Penzo
Toponomastica femminile ha rilanciato l’iniziativa in Italia, tramite appello sul web, per scrivere e inserire nuove biografie femminili (o migliorare quelle esistenti) e ha seguito passo passo registrazioni, elaborazioni biografiche e inserimenti. Ma l’apporto sostanziale è arrivato da Susanna, Camelia, Antonietta e Gianfranco, redattrici e amministratore che partecipano al progetto WikiDonne su Wikipedia allo scopo di colmare il gender gap nei progetti wiki. Il 12 agosto una trentina di nuove volontarie alla wikiquette e alle linee guida di Wikipedia hanno inserito 25 nuove voci femminili, tradotto e ampliato altrettante voci già esistenti. Un grande successo che sicuramente si ripeterà. La collaborazione tra Wikipedia e Toponomastica femminile non è nuova: nell’anno in corso l’associazione toponomastica ha organizzato due corsi di formazione wikipediana a Roma e proprio in questi giorni si prepara a progettarne altri per Lombardia e Veneto e a portare l’iniziativa in alcune scuole superiori del Lazio. Le toponomaste non si fermano neanche a Ferragosto!

sabato 13 agosto 2016

CON GLI AMICI A 4 ZAMPE DELLA SICS AI BAGNI SMERALDO DI ISOLA VERDE

Siamo andati a a far visita agli amici della SICS - scuola italiana cani di salvataggio che nell'ambito del programma estivo vacanze sicure 2016 staziona presso i bagni Smeraldo alla foce del Brenta di Isola Verde in ausilio al servizio di guardia spiagge dei bagnini per la sicurezza di turisti e bagnanti in generale, un bel team in un contesto naturalistico che contraddistingue il litorale di isola verde